Category: Festa dell’Oncologia 2014

Anna Barbara Di Stefano

Tavolozza di coloriBuon pomeriggio. Sono onorata di aprire il ciclo delle testimonianze di questa Festa dell’Oncologia e sono altrettanto onorata di far parte del “Gruppo Abbracciamo un Sogno”. Questa Festa dell’Oncologia è intitolata “RICOLORIAMO LA VITA”.

Io vorrei subito mettere l’accento sul plurale dei verbi ABBRACCIAMO e RICOLORIAMO. Perché personalmente questo plurale è fondamentale. Io da sola non potrei mai abbracciare il sogno di ricolorare la mia vita dopo quello che io chiamo K. K è la sigla che i medici utilizzano per identificare la malattia, il cancro. Da qualche mese io ho aperto una pagina facebook intitolata “Roba di k” nella quale racconto il mio mondo, la mia vita dopo k.

Read More

Anna Rita Vacca

Donna tiene in mano un fioreDall’inizio di questa mia avventura sono passati 17 mesi, penso che di tutto questo periodo le sensazioni, i dolori e le gioie saranno costantemente presenti nella mia mente.

Quando ho ricevuto la diagnosi certa, ho avuto come un pugno nello stomaco, il senso di nausea era fortissimo ma dovevo uscire da quella stanza con una faccia serena perché li fuori c’erano mio marito e mia figlia che mi aspettavano… due giorni dopo avremmo dovuto festeggiare il capodanno quindi dissi tra me e me che non avrei potuto rovinare l’ultimo dell’anno e con l’intento di proteggerli non dissi la verità. Dentro di me tutto si stava sgretolando. Vidi le mie speranze, le mie aspettative e perfino la mia fede svanire.

Read More

Daniela Valdes

Impronte sulla spiaggiaIl giorno più doloroso è stato quello in cui è avvenuta la consegna di una busta gialla con dentro la diagnosi, seguita da un conato di vomito in cui mi ripetevo “non stava parlando di me”. Sono arrivata, tramite un’amica, dopo pochissimo, all’Oncologico, questo finora sconosciuto.

Con delicatezza e dolcezza il medico che mi ha seguito ha fatto si che pian piano metabolizzassi ciò che non riuscivo neppure a nominare, “un addensamento”, “cellule modificate”… Si, non riuscivo neppure a dargli un nome, o meglio non lo chiamavo in quel modo per non far preoccupare nessuno.

Read More

Francesca Contu

Gruppo Abbracciamo un SognoEssere da questa parte, oggi mi crea non pochi problemi. In altre situazioni è stato tecnicamente difficile ma nel contempo divertente e stimolante, oggi è enormemente, psicologicamente difficile. Perché non sono un tecnico e non parlo di cose tecniche, di ricerca, di professione.

Read More

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén